Ryanair “se la caverà” con le scuse ai passeggeri e il rimborso del costo del biglietto (che in alcuni casi, trattandosi di voli low cost, si riduce di fatto a poche decine di euro)? Forse no, e allora ricordiamo che  in seguito al caos delle cancellazioni voli  la normativa “prevede espressamente una compensazione pecuniaria nei casi in cui la cancellazione non sia comunicata almeno due settimane prima della partenza, risarcimento che puo’ arrivare a 600 euro a passeggero“. Nel caso in cui  è last minute anche la cancellazione, oltre  ai rimborsi si avrà diritto alla compensazione pecuniaria ed alle spese sostenute. I danni segnalati dai passeggeri in seguito alla cancellazione improvvisa del volo, non si limitano infatti all’impossibilità di prendere l’aereo in sé per sé: “c’è chi ha prenotato hotel o auto a noleggio e ha perso i soldi pagati non riuscendo a trovare voli alternativi per raggiungere la propria destinazione, ma anche cittadini in vacanza cui e’ stato cancellato il volo di rientro e che stanno sostenendo costi ingenti per alloggi e trasferimenti alternativi ”.  TUTELADELVIAGGIATORE VI AIUTERA’ PER LA RICHIESTA DI COMPENSAZIONE PECUNIARIA E RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE, CONTATTATECI SENZA IMPEGNO PER UNA VALUTAZIONE GRATUITA DEL VOSTRO CASO.

Pioggia di cancellazioni dei voli Ryanair

You May Also Like