Guida alla preparazione dei bagagli

Una delle tematiche più dibattute negli ultimi anni nei Tribunali italiani è la tratta aerea extra ue e l’applicabilità sul territorio nazionale.

La stessa Corte di Giustizia Europea, con la sentenza emessa il 07.03.2018, Corte giustizia UE sez. III, 07/03/2018, n.274.

Sancisce il principio, che la Compagnia aerea, che opera su una tratta extra ue, ma fa scalo su uno stato membro, può essere citata sulla Giurisdizione Italiana dove è avvenuto lo scalo.

A condizione che il volo aereo, sia parte di un unico biglietto aereo, ed il problema del ritardo sia avvenuto sul volo con tratta Ue.

Con la Sentenza in oggetto, si chiarisce la competenza giurisdizionale, in materia di compensazione pecuniaria, facendo riferimento al Regolamento 261/04, vale per tutti i passeggeri che vogliono vedere riconosciuti i propri diritti.

Compensazione pecuniaria su volo extra-UE