RIMBORSO BIGLIETTI INFRAZIONE UE

RITARDO VOLOCOMPENSAZIONE 

Succede spesso che il nostro volo, subisca un ritardo o che giunti in aeroporto, viene comunicata,

la notizia inaspettata che il nostro volo è stato cancellato.

In primis è la stessa compagnia aerea, che deve dare comunicazione della causa di tale evento.

E se questo non è dipeso da un evento del tutto eccezionale ed inevitabile.

In tal caso abbiamo diritto alla “compensazione pecuniaria”.

A quali passeggeri spetta, quali sono i calcoli in base ai quali il passeggero ha diritto.

Il regolamento 261/04, https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32004R0261&from=NL a tutela dei passeggeri, stabilisce i parametri di calcolo della compensazione pecuniaria.

RITARDO VOLOCOMPENSAZIONE 

Come già anticipato, hanno diritto tutti i passeggeri, i quali si sono visti ritardare un volo aereo di tre o più ore.

Oppure addirittura cancellato, senza che la compagnia aerea rispettasse i termini di comunicazione, sotto indicati

siano stati informati della cancellazione del volo, nel periodo compreso tra due settimane e sette giorni prima dell’orario di partenza previsto. Oppure sia stato loro offerto di partire, con un volo alternativo. Non più di due ore prima dell’orario di partenza previsto. E di raggiungere la destinazione finale, meno di quattro ore, dopo l’orario d’arrivo previsto.

Oppure iii) siano stati informati della cancellazione del volo, meno di sette giorni, prima dell’orario di partenza previsto.

E sia stato loro offerto di partire, con un volo alternativo non più di un’ora prima dell’orario di partenza previsto.

E di raggiungere la destinazione finale meno di due ore”…..

Il passeggero avrà diritto alla compensazione pecuniaria.

Tale compensazione pecuniaria,  si stabilisce in base alla distanza ortodromica del volo.

Tale distanza, viene calcolata in linea retta, tra le due destinazioni quella di decollo, e quella di atterraggio dell’aereo.

Il calcolo della compensazione pecuniaria, va da un importo di € 250 a  600 euro.

Sulla base della distanza percorsa dal vettore aereo.

Se abbiamo acquistato un biglietto aereo, con volo nazionale e quindi distanza non superiore ai 1500 km, avremo diritto ad una compensazione pecuniaria di € 250.

Se il nostro biglietto, ha una tratta compresa superiore ai 1500 km fino a 3500 km, la compensazione pecuniaria è di € 400.

Per tutte le le tratte superiori ai 3500 km, la compensazione pecuniaria spettante è di € 600.

Nel caso dei voli con scali, invece, se il nostro volo parte da Milano con destinazione Chicago e scalo a Londra.

E viene cancellato, senza adeguato preavviso la compensazione spettante, viene calcolata sulla rotta tra l’aeroporto di partenza e quello di arrivo, senza calcolare lo scalo intermedio.

TUTELADELVIAGGIATORE è sempre a supporto dei passeggeri per la richiesta della compensazione pecuniaria

https://www.tuteladelviaggiatore.com/rimborso-ritardo-volo/

RITARDO VOLO COMPENSAZIONE