Per lo smarrimento del bagaglio, un’importante ordinanza della Cassazione (ordinanza 18320 del 9 luglio 2019).

Ha previsto il principio che per il ritardo nella riconsegna del bagaglio, del suo danneggiamento o smarrimento, a risponderne è sempre la Compagnia aerea.

E non la società di handling che l’ha preso in carico.

Il protagonista è un malcapitato passeggero del volo Roma- Bari.

Il quale giunto a destinazione, il suo bagaglio non è stato consegnato.

Si rivolge agli addetti della Compagnia aerea, compilando l’apposita denuncia.

Il Bagaglio verrà riconsegnato dopo 6 giorni.

Da qui la decisione di chiamare in causa la Compagnia aerea e rivendicare il danno subito.

La controversia dopo rinvii giungeva  al Tribunale di Brindisi.

Il quale sollevava la Compagnia aerea da qualsiasi responsabilità, ritenendo i soggetti coinvolti innumerevoli  e non essendoci pertanto un chiaro quadro probatorio, la domanda veniva rigettata.

La Suprema Corte di Cassazione che pronunciandosi dichiara come unico responsabile della perdita del bagaglio la Compagnia aerea  e non la società di handling. Peraltro, se in base all’articolo 1218 del Codice civile, esiste un rapporto contrattuale tra il viaggiatore e il vettore, sarà quest’ultimo l’unico responsabile degli eventuali danni.

SMARRIMENTO BAGAGLIO RESPONSABILE LA COMPAGNIA