Tabellone orari

Oggi vogliamo porre l’attenzione sugli scioperi aerei, sempre più frequenti e in particolare su quella che è diventata una consuetudine da parte delle Compagnie aeree in caso di scioperi.

Ebbene la Compagnia aerea, in caso di sciopero rimborsa esclusivamente il biglietto aereo, indicando lo sciopero come  un evento eccezionale.

Il passeggero ignaro accetta il rimborso senza richiedere la giusta compensazione pecuniaria.

Il nostro studio ha percorso la strada giudiziale, non ritenendo giusto tale comportamento. I Giudici stanno pronunciando sentenze favorevoli. Infatti accolgono la domanda attorea condannando sempre più le Compagnie aeree al riconoscimento della compensazione pecuniaria.

La compensazione pecuniaria è dovuta cosi come anche stabilito in una recentissima sentenza n. 825/19 del GDP di Catania. Detta pronuncia ha accolto la domanda proposta da Tuteladelviaggiatore. La compensazione pecuniaria non è dovuta solo nel caso di evento eccezionale.

Ebbene nel caso di sciopero, a maggior ragione se è interno alla Compagnia aerea,  può essere conosciuto ed è obbligo delle Compagnie aeree darne dovuta informazione nei tempi stabiliti ai passeggeri. L’aver cancellato il volo, pochi minuti prima del decollo, senza darne avviso nei tempi stabiliti per legge, obbliga la Compagnia aerea, al riconoscimento della compensazione pecuniaria, oltre la differenza tra il costo del biglietto del volo cancellato (che la Compagnia aerea ha rimborsato )  e quello che si è dovuto riacquistare a causa della cancellazione.

Sciopero interno della Compagnia aerea